LOADING

FashionAndFood.it - Da Roma a Sanremo il must è «eleganza»: ecco l’alta moda napoletana.

Mentre a Sanremo si inscena l’alta moda sul palco dell’Ariston, nella Capitale s’è appena conclusa la kermesse di sartoria ad arte e couture femminile che da Parigi è approdata ad AltaRoma con un posto d’onore per i designer campani che hanno sorpreso buyer, stampa e fashion addicted, raccontando sulle passerelle di fine gennaio lo stile, il know-how e la facon artigianale dell’autorevole scuola partenopea.
Nino Lettieri è di casa nella Capitale e ha sedotto al Westin Excelsior di Via Veneto una folta platea di signore da ogni dove con le sue “Butterflies”: farfalle sapientemente e delicatamente declinate su tessuti preziosi e impalpabili in toni di bianco, oro e nero con fogge orientali ultramoderne.



MadeInPompei.it - Moda, le creazioni “made in Pompei” protagoniste ad Altaroma

Le creazioni “made in Pompei” sono state protagoniste di Altaroma 2018, il tradizionale e prestigioso appuntamento romano con l’alta moda che si è svolto dal 25 al 28 gennaio in location capitoline d’eccezione: sulla passerella di uno degli eventi mondani più attesi del settore, hanno sfilato le nuove creazioni dello stilista Nino Lettieri, impreziosite dai gioielli realizzati ad hoc dai maestri orafi della gioielleria Lina Vitiello. Un binomio d’eccezione, quello rappresentato delle due storiche maison pompeiane, che identifica una collaborazione ormai consolidata nel tempo e che riesce sempre a offrire nuovi spunti di creatività in termini di design e di qualità.
Lo stilista pompeiano, per la Collezione Primavera/Estate 2018, ha pensato ad un volo di farfalle libero nel cielo di Hida in Giappone, disegnato e riportato in stampe, ricami e broccati su tessuti pregiati che Lettieri utilizza da sempre per le sue collezioni Haute Couture. I tessuti stampati, su chiffon, organza e satin, broccati realizzati da antichi telai del 1700 della storica azienda Gustavo De Negri, raffigurano voli di piccole e grandi farfalle, in una sensuale e poetica rappresentazione orientale.In passerella domenica 28 gennaio hanno sfilato 40 outfits dai colori che si sono alternati dal bianco candido al nero assoluto, l’opulenza dell’oro, fino ad arrivare all’azzurro cielo.
Giochi di pieghe, rouches e volants hanno fatto da padrone. Hanno sfilato soprabiti con ricami di farfalle di paillettes e cristalli neri su tessuti come broccati, la tripla organza, satin e taffetas; abiti lunghi, kimoni ampi dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta lurex con pantaloni lunghi a palazzo. Per la sera Nino Lettieri ha proposto abiti total black impreziositi da farfalle ricamate con paillettes e jais neri su tessuti come l’organza lo chiffon e la taffettà, mescolando linee essenziali, pieghe e trasparenze impalpabili. Ovviamente, il gioiello must have per la primavera-estate 2018 è un ciondolo-farfalla, in argento e oro, creato appositamente per Nino Lettieri dalla gioielleria Lina Vitiello. Qui, grazie al lavoro dell’area progettuale, guidata dalla professionalità e dall’esperienza dei fratelli Petraccone, Raffaella, Angela e Roberto, è infatti possibile creare gioielli personalizzati e quindi unici.
Ecco, allora, come il gioiello artigianale, disegnato per l’occasione, diventa una vera opera d’arte che si abbina perfettamente, esaltandone l’eleganza, ad originali creazioni d’alta moda.



RomaOggi.eu - Nino Lettieri ad AltaRoma con la collezione dedicata al volo di farfalle

Nino Lettieri per la Collezione Primavera/Estate 2018, ha pensato ad un volo di farfalle libero nel cielo di Hida in Giappone, disegnato e riportato in stampe ricami e broccati su tessuti pregiati di cui lo stilista napoletano crea e vanta da sempre per le sue collezioni Haute Couture.
I tessuti stampati, su chiffon, organza e satin, broccati realizzati da antichi telai del 1700 della storica azienda GUSTAVO DE NEGRI, raffigurano voli di piccole e grandi farfalle, in una sensuale e poetica rappresentazione orientale. In passerella domenica 28 gennaio al The Westin Excelsior Roma – Via V. Veneto 125, Sezione ATELIER del Calendario di AltaRoma, 40 outfits dai colori che si alternano dal bianco candido al nero assoluto, l’opulenza dell’oro, fino ad arrivare all’azzurro cielo. giochi di pieghe, rouches e volants la fanno da padrone. Sfileranno, soprabiti con ricami di farfalle di paillettes e cristalli neri su tessuti come broccati, la tripla organza, satin e taffetas; abiti lunghi, kimoni ampi dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta lurex con pantaloni lunghi a palazzo.
Per la sera Nino Lettieri propone abiti total black impreziositi da farfalle ricamate con paillettes e jais neri su tessuti come l’organza lo chiffon e la taffettà, mescolando linee essenziali, pieghe e trasparenze impalpabili. Il gioiello must have per la primavera-estate 2018 è un ciondolo farfalla, in argento e oro, creato per Lettieri da “Gioielli Vitiello Pompei”. Per le calzature, una zeppa plateau design, nei colori del nero, bianco, oro con i tessuti broccati di seta e lurex, realizzati per la Maison Lettieri dai maestri artigiani Napoletani “ALBANO”. La sposa di Lettieri chiude come di consueto la sfilata e questa volta con un abito di tripla organza bianca con grandi farfalle jacquard ricamate con cristalli e paillettes ton su ton dalle grandi maniche come ali di una farfalla di HIDA. Il parrucco è realizzato da Francesco Beneduce ed il trucco dal make-up Artist, Raffaele Squillace, due grandi professionisti che hanno pensato ad un look vivace, mantenendo il romanticismo e la contemporaneità della “Donna” Lettieri.



IlMattino.it - Le farfalle del cielo di Hida ispirano la collezione P/E di Nino Lettieri

Un volo di farfalle libero nel cielo di Hida in Giappone, disegnato e riportato in stampe ricami e broccati su tessuti pregiati di cui lo stilista napoletano crea e vanta da sempre per le sue collezioni Haute Couture, per la Collezione Primavera/Estate 2018 di Nino Lettieri che sarà presentata a Roma domenica in occasione di Alta Moda. I tessuti stampati, su chiffon, organza e satin, broccati realizzati da antichi telai del 1700 della storica azienda Gustavo De Negri, raffigurano voli di piccole e grandi farfalle, in una sensuale e poetica rappresentazione orientale. In passerella 40 outfits dai colori che si alternano dal bianco candido al nero assoluto, l’opulenza dell’oro, fino ad arrivare all'azzurro cielo. Giochi di pieghe, rouches e volants la fanno da padrone. Sfileranno, soprabiti con ricami di farfalle di paillettes e cristalli neri su tessuti come broccati, la tripla organza, satin e taffetas; abiti lunghi, kimoni ampi dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta lurex con pantaloni lunghi a palazzo. Per la sera Nino Lettieri propone abiti total black impreziositi da farfalle ricamate con paillettes e jais neri su tessuti come l’organza lo chiffon e la taffettà, mescolando linee essenziali, pieghe e trasparenze impalpabili. Il gioiello must have per la primavera-estate 2018 è invece un ciondolo farfalla, in argento e oro, creato per Lettieri da Vitiello Pompei mentre per le calzature, una zeppa plateau design nei colori del nero, bianco, oro con i tessuti broccati di seta e lurex la maison si è affidata ai maestri artigiani di Albano. A chiudere la sfilata sarà, come di consueto, la sposa e questa volta con un abito di tripla organza bianca con grandi farfalle jacquard ricamate con cristalli e paillettes ton su ton dalle grandi maniche come ali di una farfalla di Hida. Il parrucco sarà realizzato da Francesco Beneduce ed il trucco dal make-up artist Raffaele Squillace, che hanno immaginato un look vivace ma che manterrà comunque il romanticismo e la contemporaneità della donna Lettieri.



DellaClasse.com - NINO LETTIERI – ALTA ROMA 2017

Nell’incantevole Hotel Westing Excelsior di Roma, aleggiano come nuvole geometriche gli abiti di Nino Lettieri, ispiratosi ai suoi disegni geometrici che fin da bambino ha amato fare.
Lettieri manda in passerella quaranta outfit. I colori dominanti sono il nero, il bianco, il rosso corallo e il giallo canarino. I tessuti sono stampati, chiffon, organza e satin che ricordano gli antichi telai di Gustavo De Negri del 1700, le fantasie sono invece un trionfo di righe, fasce, pois, quadrati e rettangoli.
Lo stilista gioca con le trasparenze, le sovrapposizioni, le reti di macramé e tulle, i plissé, sfilano kaftani con pantaloni, tute con stampe geometriche bianche e nere, abiti lunghi e shorts. Per la sera usa tessuti preziosi, ricami e piume e paillettes che li adornano. Ai piedi scarpe in camoscio e vitello con cinturini al tallone.
Particolare e non usuale l’abito da sposa, un kaftano trasparente che gioca con i pois del tessuto bianco su bianco e le paillettes e pietre che lo rendono prezioso, un nuovo modo di vedere la sposa, originale e allo stesso tempo innovativo. Il tutto è impreziosito dai gioielli di “Albasera” in onice e agata.
La donna Lettieri è optical, sensuale ma allo stesso tempo elegante e mai banale.
Francesca Romana Bononi



I'M MAGAZINE Marzo/Aprile 2017 - La donna Lettieri presentata a Via Veneto

Nino Lettieri per la primavera estate 2017 ha realizzato una collezione all'insegna delle geometrie giocando con tessuti trasparenti impalpabili a volte broccati, ed altri stampati con gioco di sovrapposizioni di tulle, organza, macramè e tulle plissè. Per presentarla, ha portato in passerella al Grand Hotel Excelsior di via Veneto, circa 40 outfits: pantaloni, tute stampate con geometrie bianche e nere su tessuti come lo chiffon,l'organza e il satin; abiti lunghi, giubbotti e soprabiti con ricami di paillettes dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta e cotone con pantaloni lunghi e shorts di tessuto prodotto per la maison Lettieri su antichi telai del '700 dalla storica azienda di Gustavo De Negri. Le splendide modelle sono state valorizzate dalle acconciature di Francesco Beneduce, dal trucco di Raffaele Squillace e dalle scarpe Albano. A chiudere il delfilè, tra gli applausi del parterre, il gran finale con una sposa moderna, contemporanea ed unica nel suo genere, rappresentata da un candido Kaftano bianco in organza a righe sovrapposta ad un leggero chiffon di piccoli pois con ricami geometrici di delicatissime paillettes bianche.



D-Art.it - Altaroma: grafismi optical in passerella da Nino Lettieri

Caleidoscopici grafismi otpical caratterizzano la collezione haute couture primavera/estate 2017 di Nino Lettieri, che ha sfilato nell’ambito di Altaroma: lo stilista campano si diletta con lunghi abiti da cocktail e da sera in un tripudio di stampe geometriche nei toni del black & white.
Il défilé, che ha avuto luogo nella prestigiosa location del Westin Excelsior Hotel di via Veneto, ha visto sfilare in passerella circa 40 outfit nei toni del bianco e nero, eccezion fatta per due caftani in rosso corallo e giallo.
La collezione, intitolata “Geometria”, ha visto una prevalenza di abiti fluidi, tra sovrapposizioni di leggiadri chiffon, organze preziose e satin tessuti dagli antichi telai risalenti al 1700 della storica azienda Gustavo De Negri: largo a virtuosismi grafici, tra righe, pois e figure geometriche. Ad impreziosire i capi dettagli in tulle, sete plissé e reti in macramè.
I lunghi abiti fluidi e le tute sono stati indossati dalle mannequin con soprabiti in broccato di seta e cotone impreziositi da paillettes. Lo stilista si lascia affascinare dalle figure geometriche che sin da ragazzino amava scarabocchiare sui quaderni di scuola: suggestioni evergreen che ispirano al couturier partenopeo una collezione iconica, che incarna perfettamente l’estetica della maison.
Poesia e charme timeless si uniscono a stampe caleidoscopiche in un gioco di righe, quadrati e rettangoli.
Pietre preziose e delicate piume impreziosiscono i lunghi abiti da sera.
La sposa chiude come di consueto la sfilata: moderna e avanguardistica la mise scelta, un caftano in candido bianco in organza sovrapposta a leggeri veli in chiffon impreziosito da ricami e paillettes.
Le calzature scelte sono le più classiche décolleté a punta con cinturino al tallone, declinate in materiali come camoscio e vitello. La clutch è realizzata dai maestri artigiani napoletani Albano, mentre i bijoux, in agata ed onice, sono firmati da Albaserena.



Ansa.it - L'estate black & white di Nino Lettieri

Per lo stilista campano Nino Lettieri nella prossima primavera/estate trionferà il black & white, le stampe geometriche, i disegni optical, gli stessi che Lettieri sin da ragazzo amava scarabocchiare sui quaderni di scuola. L'originalità degli stampati, su chiffon, organza e satin tessuti da antichi telai del 1700 della storica azienda Gustavo De Negri, sono giochi di righe, fasce, pois, quadrati e rettangoli disposti in una divertente rappresentazione. Lettieri ha presentato con AltaRoma una collezione di circa 40 outfits in bianco e nero, con due sole apparizioni di ariosi caftani rosso corallo e giallo intenso. Gli abiti, fluidi e donanti, giocano con le sovrapposizioni di tessuti trasparenti, reti di macramè e tulle plissettati. I modelli sono caftani portati con pantaloni, tute stampate in geometrie bianche e nere abiti leggiadri in chiffon, organza e satin, lunghi e ariosi, giubbotti e soprabiti in broccato di seta e cotone ricamati con paillettes e abbinati a pantaloni oppure a minishorts.



Ufashon.com - AltaRoma Alta Moda SS 2017, Nino Lettieri

Nino Lettieri per la primavera estate 2017 si lascia trascinare dal fascino delle figure geometriche che sin da ragazzo amava scarabocchiare sui quaderni di scuola.
L'originalità dei tessuti sia stampati, su chiffon, organza e satin che tessiti da antichi telai del 1700 della storica azienda Gustavo De Negri, raffigurano giochi di righe, fasce, pois, quadrati e rettangoli in una divertente e poetica rappresentazione. Si susseguono in passerella circa 40 outfits dai colori che vanno dal bianco-nero al rosso corallo e giallo intenso, giocando con svariate sovrapposizioni di tessuti trasparenti, reti di macramè e tulle plissè.
Nino Lettieri propone kaftani con pantaloni, tute stampate con geometrie bianche e nere disegnati su tessuti come lo chiffon, l'organza e il satin; abiti lunghi, giubbotti e soprabiti con ricami di paillettes dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta e cotone con pantaloni lunghi e shorts.
La sera fa da padrona la leggerezza dei tessuti stampati e la preziosità dei ricami su abiti lunghi con pietre e delicate piume mescolando con maestria diverse geometrie e trasparenze impalpabili.
La sposa di Nino Lettieri, moderna, contemporanea e unica nel suo genere è rappresentata da un candido Kaftano bianco in organza a righe sovrapposta ad un leggero chiffon di piccoli pois con ricami geometrici di delicatissime paillettes bianche.



AOB Magazine.it - Nino lettieri collezione P/E 17 "Geometria"

Nino Lettieri per la primavera estate 2017 ha presentato una collezione all’insegna delle geometrie giocando con tessuti trasparenti impalpabile a volte broccati altri stampati con gioco di sovrapposizioni di tulle, organza, macramé e tulle plissè.
Lettieri ha portato in passerella dell’hotel Excelsior di via Veneto, circa 40 outfits; Pantaloni, tute stampate con geometrie bianche e nere su tessuti come lo chiffon , l’organza e il satin; abiti lunghi, giubbotti e soprabiti con ricami di paillettes dalle linee essenziali realizzati in broccato di seta e cotone con pantaloni lunghi e shorts. La sera fa da padrona la leggerezza dei tessuti stampati e la preziosità dei ricami su abiti lunghi con pietre e delicate piume mescolando con maestria diverse geometrie e trasparenze impalpabili.
Applausi scroscianti per il gran finale dellla sposa di Nino Lettieri, moderna, contemporanea e unica nel suo genere, rappresentata da un candido Kaftano bianco in organza a righe sovrapposta ad un leggero chiffon di piccoli pois con ricami geometrici di delicatissime paillettes bianche. Per La collezione Lettieri un décolleté a punta in camoscio e vitello con cinturino al tallone, nei colori del nero giallo, rosso e con i tessuti broccati come anche la morbidissima clutch, realizzati per la maison Lettieri dai maestri artigiani Napoletani “ALBANO”.



Fashionnewsmagazine.com - Altaroma: Nino lettieri P/E 17

Nino Lettieri presenta “Geòmetria”, collezione Primavera Estate 2017, in occasione di Altaroma.
Il punto di partenza di Nino Lettieri sono i vecchi quaderni di scuola, quelli sui quali amava scarabocchiare figure geometriche. Circa 40 outfits sfoggiano l’originalità dei tessuti: stampati, chiffon organza, satin, che ricordano gli antichi telai del 1700 della storica azienda Gustavo De Negri. Un trionfo di righe, fasce, pois, quadrati e rettangoli. I colori utilizzati sono forti e decisi: bianco e nero, rosso corallo e giallo intenso. Lo stilista gioca con tessuti trasparenti in sovrapposizione, reti di macramè e tulle plissè. Sfilano Kaftani con pantaloni, tute con stampe di geometrie bianche e nere, abiti lunghi, giubbotti e soprabiti, shorts. Per la sera tessuti impalpabili, ricami preziosi, pietre e piume delicate adornano long dress. La sposa Nino Lettieri è moderna: in un candido Kaftano in organza a righe e un leggero chiffon di piccoli pois con ricami geometrici e paillettes bianche. Ai piedi décolleté a punta in camoscio e vitello con cinturino al tallone, tessuti broccati anche nella culto realizzati dai maestri artigiani Napoletani “Albano”. I gioielli sono rigorosamente Black&White in agata e onice disegnati da “Albaserena”. Si respira un’atmosfera delicata, quasi surreale.



Corriere.it - Stampe geometriche e atmosfere del deserto

I giochi di righe, fasce, pois, quadrati e rettangoli di Nino Lettieri sono stampati su tute pantaloni o kaftani con sovrapposizioni di tessuti trasparenti, reti di macramè e tulle plissé in una divertente e poetica rappresentazione.



Book Haute Couture Paris-Rome F/W 2016-2017
La passione per la couture, guardando al prêt-à-porter

Abbiamo incontrato lo stilista napoletano Nino Lettieri che da circa sette anni è presente nel calendario ufficiale di Alta Roma e, visto il suo successo e il susseguirsi di richieste dei suoi abiti dalle più importanti boutique italiane ed europee, gli abbiamo chiesto perchè non una linea di prêt-à-porter Lettieri!



I'M MAGAZINE Luglio/Agosto 2016 - Nino Lettieri
L'enfant prodige della haute couture

Da piccolo trascorreva le giornate destreggiandosi con ago e filo tra le stoffe dell'atelier di sua madre e l'incredibile precocità gli ha permesso di sviluppare inedite capacità sartoriali ancor prima di scoprirsi designer e diventare couturier. Non è dunque un caso se Nino Lettieri è stato ribattezzato l'enfant prodige della moda italiana...
Continua a leggere.



Book Haute Couture Paris-Rome S/S 2016

Il mio nuovo viaggio nell'alta moda è quello che potrebbe compiere una principessa indiana da Nuova Delhi a Montecarlo.
La cultura e la tradizione dell'India, i suoi colori luminosi e i suoi decori si spalmano su fogge e linee più occidentali, silhoutte fluide, pantaloni stretti alla caviglia e tuniche morbide, la stampa e il ricamo 'Elephants', animale sacro per gli indiani, dà il titolo alla collezione.
Caftani neri in georgette, abiti a trapezio, pantaloni in mikado di seta ricamati con cristalli e paillette riprendono le sfumature rosa dei tramonti indiani e si uniscono a note sensuali e più notturne dedicate alle creazioni da gran sera.



Collezione p/e 2013 "MONSTERA"

E’ ispirata alla forma e al verde intenso della foglia “Monstera” pianta della foresta pluviale amazzonica, il leitmotiv della la Collezione Haute-Couture primavera- estate 2013 di Nino Lettieri, che andrà in scena il 27 gennaio p.v. al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia, in Roma.
In passerella, una donna moderna, dinamica, intenta a scoprire nuovi mondi, disposta a vestirsi di colori e forme della natura. Trenta outfits realizzati a mano, dalle linee essenziali, fluttuanti al vento della foresta, grazie alla morbidezza e alla leggerezza di tessuti come lo chiffon, l’organza e il raso satin.
Un progetto stilistico, quello ideato per il Calendario AltaRoma gennaio 2013, che intende essere anche un monito per la salvaguardia e la tutela dell’ecosistema più ricco al mondo di biodiversità.La “Monstera” quindi come segno di riconoscimento e simbolo dell’estate 2013 della Maison Lettieri, proposta e ricamata con grandi paillette sui preziosissimi e sartoriali abiti da sera, presentati anche in bianco candido e total black, colori non colori, tanto amati dallo stilista partenopeo.La silhouette della “Monstera” sui sandalirealizzati da Luigi Iovino, ideati in raso di seta e paillette, ottenuta con una particolare tecnica di lavorazione a laser. Sui bijoux, creati per l’appuntamento romano da Wood&Co., foglie nere, bianche e trasparenti, pure sculture in plexiglas, impreziosite da pietre Swarovski.
Gran finale con la “Sposa” per la quale Nino Lettieri ha ideato e realizzato una candida e trasparente campana di organza ricamata con piccole e grandi “Monstere”.



I MORE - Nino Lettieri attraverso il bianco, il rosa e il nero

Una collezione rigorosamente scandita da tre colori quella che ha sfilato nella sala Lancisi di S. Spirito in Sassia a firma Nino Lettieri: il nero, il rosa e il bianco, che si susseguono sulla passerella nelle combinazioni nero, bianco e rosa assoluto, nero e bianco e nero rosa ad intarsi. Ispirata a Jacqueline Kennedy il cui gusto preferiva il rosa come colore principale dei suoi capi e dedicata al Maestro Sarli, la collezione ha andamento irregolare, alternandosi creazioni più riuscite ad altre meno coinvolgenti.
Eleganza e raffinatezza negli abiti lunghi a fasce larghe orizzontali e verticali nella versione “pijama palazzo” con ampio scollo a scialle nero; e nella versione più romantica dell’abito in organza stile impero con corpino nero di paillettes con orecchini chandelier anche essi in bianco e nero.
Ben riusciti anche gli abiti neri e i rosa assoluti; meno interessanti quelli giocati su intarsi dei due colori, in modo speciale quando l’abito è nettamente diviso nei due colori dalla cucitura laterale o quando il gioco di intarsi si complica quasi a scacchiera.
Da notare comunque la buona sartorialità dello stilista campano che si mette in evidenza nelle voluminose rouches, ben realizzate nel corpino bustier rosa su pantalone rosa.
L’ abito da sposa è convincente, dalla linea semplicissima e silhouette scivolata, esprime la sua preziosità grazie al bel pizzo chantilly ricamato con micro paillettes trasparenti.
I gioielli accompagnano bene le creazioni Lettieri, grandi bracciali a spiarle, orecchini a cerchi concentrici in agata bianca, onice nera, quarzo trasparente e perle.



Roma Daily News: Alta Roma Alta Moda: Nino Lettieri

Consensi e applausi per la collezione P /E 2011 firmata da Nino Lettieri che ha sfilato in passerella domenica 30 gennaio alle ore 16.00, nell’ambito delle sfilate Altaroma Altamoda in programma al Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia (Sala Lancisi).
Le sue creazioni sono un mix equilibrato di creatività, eleganza e della sartorialità unica del Made in Italy nel mondo.
Ad applaudire Nino Lettieri ospiti d’eccezione tra cui Alessandra Canale, Cinzia TH Torrini, Mara e Maicol del GF, Giorgia Giacobetti, Beppe Convertini, Ilaria De Grenet, Sara Facciolini, Nadia Bengala, Arianna Marchetti, Natalie Caldonazzo, Michelle Carpente , Francesca Rettondini, Irene Bozzi , Saverio Vallone, Elisa Silvestrin e Jinny Steffan.
Nino Lettieri con 20 abiti, ha ripercorso l’eleganza da Jacqueline Kennedy Onassis nelle tappe della sua vita da quando era Jackie Lee Bouvier, per poi arrivare alla donna di oggi, moderna, che ama sentirsi a suo agio ma sempre con grande allure.
Nino Lettieri, ha messo in scena una collezione dominata dal nero assoluto, il rosa e il bianco. Eleganza e raffinatezza nelle tinte e nei tessuti, come la tripla organza, georgette, chiffon, shantung, satin e pizzo chantilly. Preziosa creatività nelle interpretazioni dello stilista che utilizza vari tessuti stampati ed intarsi a fasce verticali e orizzontali in black&white, il bicolore rosa-nero per i tailleurs giacca-pantaloni, abiti ballon e per la sera romantico chiffon nero e rosa con ricamo nero di cristalli e macro paillettes in contrasto.
Tra le realizzazioni di Nino Lettieri, predominanti sono le voluminose rouches, rivisitate in chiave scultorea per gli abiti e realizzate in morbidissima nappa per i sandali. Nel segno dell’eleganza assoluta anche gli accessori, dai grandi bracciali a spirale agli orecchini a cerchi concentrici realizzati con agata bianca, onice nera, cristalli, quarzi trasparenti e perle australiane. Infine la sposa di Nino Lettieri è austera e regale in un abito di delicatissimo pizzo chantilly ricamato con micro paillettes trasparenti.
Ad impreziosire gli abiti, le pettinature ideate da Sergio Valente , autentiche creazioni artistiche: un omaggio all’eleganza femminile di ogni tempo.



Stile.it - Le voluminose rouches di Nino Lettieri

Nino Lettieri collezione Primavera Estate 2011- A cura di Ilaria Oriente
"Porta avanti con stile ed orgoglio l’alta sartorialità napoletana", queste le parole di Fausto Sarli allo stilista Nino Lettieri, ed ecco la collezione Primavera Estate 2011 è dedicata proprio al grande maestro. Tripudio di ruches scultoree, abiti baloon, tailleur giacca pantaloni, ricami di cristalli e macro paillettes. I colori dominanti sono il nero, il rosa e il bianco



ALTA MODA ROMA - NINO LETTIERI

Roma, 31 Gennaio 2011
Mantiene la preziosità dei tessuti e l'inconfondibile aspetto artigianale italiano, ma, allo stesso tempo, azzarda forme e dettagli glamour con tagli oversize. E' la collezione firmata Nino Lettieri che ha sfilato domenica 30 gennaio presso il complesso monumentale Santo Spirito in Sassia, il cuore dell'Alta Moda capitolina.
Un contrastarsi di tailleurs, abiti ballon, rouches scultoree e intarsi a fasce black&white; il macro e micro dell'eleganza che lo stilista ha voluto sottolineare anche negli accessori. Protagonisti i colori rosa, bianco e nero.



MODEYES - Nino Lettieri porta in passerella l’eleganza di Jacqueline Kennedy Onassis

Tripla organza, georgette, chiffon, shantung, satin e pizzo chantilly. Tessuti che abbiamo visto sfilare con estrema eleganza sulla passerella della collezione primavera/estate di Nino Lettieri. Lo stilista che ha dedicato la collezione al maestro Fausto Sarli è il degno rappresentante del più puro Made in Italy fatto di creatività, storia, cura del dettaglio.
Di dettagli parliamo proprio mentre osserviamo la nuova collezione dello stilista partenopeo: gli accessori diventano co-protagonisti della sfilata dai grandi bracciali a spirale agli orecchini a cerchi concentrici realizzati con agata bianca, onice nera, cristalli, quarzi trasparenti e perle australiane fino ai sandali creati con morbidissima nappa. La donna negli abiti di Lettieri, viene avvolta in voluminose rouches, ispirandosi così alla figura di diva di Jacqueline Kennedy Onassis e alle tappe che hanno composto la sua vita. I tre colori che salgono in scena sono il nero, il rosa e il bianco. Alternati fra loro non rischiano mai l’effetto “carnevalesco” ma si avvicendano in modo convincente.
Ci colpisce sicuramente l’abito da sposa. Qui Lettieri ha realizzato un’immagine femminile raffinata e degna dell’aggettivo: elegante. L’abito è realizzato con pizzo chantilly ricamato con micro paillettes trasparenti. L’elemento di creatività? Sicuramente l’utilizzo da parte dello stilista Nino di vari tessuti stampati ed intarsi a fasce verticali e orizzontali in black&white, il bicolore rosa-nero per i tailleurs giacca-pantaloni, abiti ballon e per la sera romantico chiffon nero e rosa con ricamo nero di cristalli e macro paillettes in contrasto. Ad impreziosire il tutto le acconciature-sculture di Sergio Valente. E se ad applaudire il maestro c’erano ospiti d’eccezione come Alessandra Canale, Cinzia TH Torrini, Beppe Convertini, Ilaria De Grenet, Nadia Bengala, Natalie Caldonazzo, Francesca Rettondini e molti altri, anche noi applaudiamo, quindi, nel nostro piccolo, la grande classe italiana.



DMODA - AltaRoma 2011. Secondo giorno. "...Volumi e Righe per Lettieri..."

La donna che Nino Lettieri presenta è austera, elegante, colori dominanti nero assoluto, il rosa e il bianco. Organza, georgette, chiffon, shantung, satin e pizzo chantilly i tessuti, a fasce verticali e orizzontali in black&white, e in bicolore rosa-nero per i tailleurs giacca-pantaloni, abiti ballon, romantico chiffon rosa sulle ampie maniche o nero con ricamo di cristalli sulle gonne a vita alta. Voluminose Rouches arricchiscono i modelli, mai esagerati e sempre in linea con un rigore romantico ed elegante rivisitato in chiave scultorea.



Modaonline.it - SFILATE ALTA MODA P/E 2011 - HAUTE COUTURE P/E 2011

ABBIAMO VISTO
L'immancabile abito da sposa è la sintesi perfetta tra tradizione e contemporaneità. "Vestito" di un prezioso pizzo chantilly e regalmente rigoroso nel taglio si concede un tocco di attualità con ricami in micro paillettes trasparenti COME SI PORTA
La blusa mantella a maxi righe verticali in black&White si indossa a pelle sul tradizionale pantalone nero. Mettendo in evidenza un esercizio di stile basato su un'abile trasposizione dei criteri architettonici nel mondo della couture
MUST
Il dualismo cromatico corre lungo l'intera collezione. La triade di bianco, nero e rosa si alterna in accoppiate d'autore enfatizzando con la sua definizione, forme e volumi che si basano su rigidi concetti geometrici
DETAIL
Il romantico e prezioso pizzo della blusa si trasla su attualissimi leggins da indossare con micro hot pants in pendant cromatica. Una dicotomia stilistica capace di focalizzare l'attenzione sui dettagli che fanno realmente la differenza SHOES
Le rouches, assolute protagoniste della passerella approdano anche sulle calzature. L'abilità artigiana di Damiano Marini si mette al servizio di Nino Lettieri realizzando romantici sandali in nappa rigorosamente in black&white
ACCESSORIES
Gli accessori non devono mai rubare la scena ma giocare il ruolo di complici. Grandi bracciali a spirale ed orecchini a cerchi concentrici sono realizzati con agata bianca, onice nera, cristalli, quarzi trasparenti e perle australiane.



Black, pink and white for Nino Lettieri in Rome

(Sunday, 30 January 2011) | Rome woman Spring/Summer 2011
Nino Lettieri showcasing a collection dominated by absolute black, pink and white. Elegance and refinement in the colors and fabrics, such as the triple organza, georgette, chiffon, shantung, satin and chantilly lace.
Valuable creative interpretations of the designer who uses various printed fabrics and inlaid with bands of horizontal and vertical black & white, the two-tone black/pink suits, full ballon dresses and for the night romantic black and pink chiffon evening dresses imbroidered with black crystals and macro sequins which make a remarkable contrast.
Among the creations of Nino Lettieri, are the predominant voluminous ruffles, revisited in a sculptural way for clothes made of soft leather and for sandals.
The accessories in an absolute elagant tone, from large spiral bracelets to earrings made of concentric circles with white agate, black onyx, crystal, transparent quartz and pearls from Australia. Nino Lettieri parades 20 dresses for the modern woman who likes to feel at ease, but always with great allure.
Finally, the bride of Nino Lettieri is austere and regal in a gown of Chantilly lace, embroidered with delicate micro transparent sequins. Finally, to embellish clothing, hairstyles designed by Sergio Valente, authentic artistic creation: a tribute to the elegance of women above all time.
Remembering Fausto Sarli, the designer of Naples: "I would also like to dedicate this collection to the great master Sarli who a few months ago wished me to continue with style and pride in the Neapolitan tailoring fashion way ."



UN APPUNTAMENTO CLASSICO DELLE PASSARELLE ROMANE

ALTAROMALTAMODA, 29 GENNAIO - 1 FEBBRAIO 2011
Giunta alla XVIII edizione, la manifestazione AltaRomAltaModa si terrà dal 29 Gennaio al 1 Febbraio 2011 nel complesso monumentale S. Spirito in Sassia. Sfilate dei grandi nomi ma anche stilisti che non hanno mai calcato le passerelle romane e un focus sulla creatività ‘Made in’ “Who is on Next?”.
Presenti i nomi consolidati delle Maison storiche: Sarli, Gattinoni, Curiel, Balestra e come di consueto in Gennaio la haute couture di Marella Ferrera ambasciatrice della Sicilia più colta e raffinata attraverso i suoi abiti. Dal Libano Abed Mahfouz e Tony Ward con la loro couture glamour e una new entry per le passerelle di Altaroma Jack Guisso. Camillo Bona presenterà la sua ultima collezione ma anche Rami al Ali il noto stilista di origini siriane insieme a Nino Lettieri, Giada Curti. Ritorna dall’Olanda Addy Van Den Krommenacker a calcare le catwalk di AltaRomAltaModa.
Durante la fashion week la città si arricchirà di eventi, mostre, inaugurazioni di boutique, presentazioni di libri, prodotti di alta gamma e sfilate in location diverse e originali, ma anche party e cocktail. Brand quali Chantecler con la sua collezione di High Jewellery, D’Inzillo con le loro cinture gioiello artigianali, VBH con le sue borse sofisticate.
Un cocktail charity organizzato da Delfina Delettrez e RomaForYou che mettendo insieme le loro professionalità presenteranno un gioiello creato ad hoc per ricavare fondi da destinare alla creazione di pozzi d’acqua per i bambini africani. Ma anche Workshop e presentazioni di libri, tra tutti Il Fenomeno dell’Italian Style – Gianni Versace: lo stilista Dal Cuore elegante di Tony di Corcia. Illustrato da Rita Airaghi il libro intitolato: Gianfranco Ferrè e infine La Moda è un Romanzo. Stile ed Eleganza nei capolavori della Letteratura di Fabiana Giacomotti.
Al Museo Boncompagni Ludovisi l’opening della mostra Fernanda Gattinoni – moda e stile ai tempi della Hollywood sul tevere un omaggio alla grande coutourière italiana e agli anni della dolce vita. Si rinnova la partnership tra Altaroma e Mercedes Benz Italia che darà vita anche ad un happenning dedicato ai giovani…



COLLEZIONI HAUTE COUTURE 2010/11 PARIS ROMA

CONTRASTI DI ROSSO RUBINO CON L'ELEGANTE NERO, INTERVALLATI DA TOCCI ANIMALIER, TRASPARENZE E GIOCHI DI SOVRAPPOSIZIONI.
NINO LETTIERI CONSACRA UFFICIALMENTE IL SUO NOME TRA I GRANDI DELL'ALTA MODA ITALIANA.



Runway Passport: ALTA ROMA - NINO LETTIERI

Runway Passport: ALTA ROMA - NINO LETTIERI.
5 febbraio 2010 - As the main setting for screenplay style icons like Holly Golightly, what designer doesn't love New York? Nino Lettieri, the atelier from Pompei who has shown in Paris, Florence, Dubai, New York and Boston, among others, called upon my native city for inspiration in his Spring/Summer 2010 collection titled "Black and White New York". Art deco lines, drop waists, jeweled collars with long strands of black beads hanging down the center of the back - these are the elements that helped realize a subtle expression of flapper culture, but with completely new silhouettes. Lettieri's collection also embodied the new-found free spirit of the flapper era with comfortably elegant pants for evening wear. The show opened with a gorgeous white, sequined kimono with black satin trim (above) and concluded with a gracious bow by the designer, dressed to the theme of his chic down to his black glasses with white frames.



IL GIORNALE: Moda - l'omaggio a Ferrè del giovane Nino Lettieri

di Anna Maria Greco - Roma, 3 Febbraio 2010.
Alta Roma si propone di tutelare le maison storiche di haute couture, ormai ridotte alle dita di una mano, ma anche di lanciare i nuovi talenti. E in questa edizione si sono visti in passerella degli stilisti emergenti che promettono molto.
Silvio Betterelli, con i suoi ricami grafici; lo stile dark di Carta e Costura; le trasparenze chic di Sara Lanzi, con un'ispirazione new romantic anni Trenta.
E ieri, al Santo Spirito in Sassia è andato in scena nell'ultima giornata Nino Lettieri, stilista napoletano allievo di Lorenzo Riva. Ha debuttato con un omaggio allo stile di Gianfranco Ferrè: shorts, camicie scultoree, tute pantaloni, bianco nero e grigio, una couture basica per giovani donne metropolitane. «Debuttare a Roma è come vincere al totocalcio», ha commentato lui, emozionato.



LA VOCE: Chiude AltaRoma tra moda etica e nuove firme dell'alta moda

Gianni Calignano e la new entry Nino Lettieri conquistano il pubblico con le loro collezioni.
Roma, 3 Febbraio 2010. Continua l'impegno assunto da AltaRoma e ITC- International Trade Centre, agenzia dell'Onu e WTO, con il progetto Ethical Fashion, che punta a coinvolgere e sensibilizzare un numero sempre maggiore di aziende del settore moda e portarle a produrre una moda responsabile che possa offrire lavoro a comunità povere. Con un omaggio a Gianfranco Ferrè ha fatto il suo ingresso in calendario Nino Lettieri, riscuotendo grandi consensi. Dopo aver sfilato a Miami, Dubai, Boston, New York, Parigi, Barcellona, Milano e Firenze, per il suo esordio sulla passerella di AltaRoma lo stilista campano ha proposto microshorts abbinati a maxibluse, abiti corti con gonne a palloncino, sfavillanti tute e abiti da sera scintillanti arricchiti da preziosi ricami e cascate di paillettes. Una collezione giovane e frizzante che Nino Lettieri ha realizzato alternando e sovrapponendo esclusivamente l'avorio e il nero.



WHYMODA: AltaRoma consacra un nuovo grande dell'alta moda italiana: Nino Lettieri

Roma, 2 Febbraio 2010. Grande successo oggi ad AltaRoma per la sfilata di Nino Lettieri, splendida conferma e nuovo astro nascente della couture italiana.
In passerella creazioni fantastiche, di altissima sartorialità. Talvolta perfette come un'equazione. Nulla di più, nulla di meno se non la perfezione. E la perfezione è sempre nei dettagli. Nino Lettieri, con le sue bluse di organza, aeree, leggerissime come nuvole; i suoi ricami di paillettes e jais in contrasto superchic black & white; gli abiti da sera lunghi e trasparenti che disegnano una silhouette geometrica ma morbida in cui le spigolature delle forme si perdono nelle pieghe sapienti e nei volant. Tessuti fluttuanti, volumi importanti, accessori preziosi, mikadi e organze triple in un gioco di sovrapposizioni semplicemente sublime. Pura architettura, purezza di forme e linearità: è questa la cifra stilistica di Nino Lettieri che ad AltaRoma consacra ufficialmente il suo nome come uno dei nuovi grandi dell'alta moda italiana. Con riminescenze alla Gianfranco Ferrè, suo maestro di stile cui si rifà nell'ispirazione prendendo però poi una strada del tutto personale e originale.



ANSA.IT: Roma, 2 Febbraio 2010. E' l'AltaModa a Roma: sexy, ma di classe per Nino Lettieri

C6.TV: Nino Lettieri collezione dinamica e fluttuante.
Roma, 2 Febbraio 2010. Collezione dinamica,giovane, sexi e preziosa nei ricami di cristalli, fluttuante per le triple organze di seta, scintillante per le divertenti e leggere paillets, la delicatezza dell'avorio e la misteriosa agata nera esaltano le forme geometriche dei gioielli con riferimento agli anni trenta dove il bianco-nero era predominante come lo è per tutta la collezione di Nino Lettieri. Servizio di Mario Cartelli.



VESUVIO STYLE: Con Nino Lettieri la moda sotto il Vesuvio sbarca tra i grandi a Roma. E poi a Parigi, Firenze e New York

25 Gennaio 2010. La sartoria vesuviana partecipa all'alta moda della capitale grazie a Nino Lettieri. Forme scultoree elaborate su tessuti spessi pur fluttuanti che danno l'idea dell'impalpabile, ma che nel contempo disegnano linee e mettono in evidenza le forme e ne avvolgono la silhouette grazie alla dolcezza dei tessuti come le organze triple, i mikadi e gli shantung e soprattutto grazie ai tagli particolari. Oltre vent'anni di esperienza nel mondo della sartoria artigianale. Figlio d'arte, Lettieri ha cominciato l'attività sartoriale subito dopo il diploma d'arte nell'atelier di sua madre. Qualche anno di esperienza, per poi approdare a Milano dove collabora con le maison di Ferrè, Trussardi, Gherardini, Fendi e case di moda di Firenze. Si specializza così nei vari settori dell'abbigliamento sia femminile che maschile.
Nel 1992 apre un atelier d'alta moda a Ottaviano, qualche anno dopo si trasferisce a Pompei dove realizza capi di alta finitura e collezioni d'alta moda che lo portano a sfilare in molte città d'Italia. Nel giro di pochissimi anni, porta le sue creazioni nei fulcri dell'alta moda d'oltralpe come Miami, Dubai, Boston, Parigi e New York sfidando in passerella nomi del calibro di Renato Balestra, Ken Scott, Lorenzo Riva, Luciano Barbera e tanti altri grandi della moda. Martedì 2 febbraio, alle 11,00 a nella Sala Lancisi, a Santo Spirito in Sassia a Roma; Nino Lettieri metterà in passerella ben 25 modelli della sua nuova collezione che ha denominato "Black and White New York" Una collezione dal sapore giovane e dinamico.
"Solitamente – spiega lo stilista – dall'alta moda ci si aspetta sempre di veder sfilare capi lunghi e vaporosi, invece con i capi che porterò all'alta moda romana, ho immaginato una donna che va al passo con il dinamismo della vita di oggi, dalle lunghezze al ginocchio o corte. Dove l'eleganza e l'importanza del capo sarà determinata dai tessuti ulteriormente impreziositi da ricami, da accessori importanti e logicamente dall'unicità dei modelli. L'alta moda – continua Lettieri – è tutto ciò che viene realizzato in sartoria e che garantisce il capo unico". Insomma, per Lettieri gli accessori, diventano un dettaglio importante. Scarpe, borse e cinture studiate dallo stilista sono parte integrante di ogni singolo capo o abito. Dall'effimero della gran moda alla cultura della solidarietà. Nella stessa giornata, Lettieri parteciperà al Charity Gala Dinner, la serata di beneficenza con la raccolta fondi per la ricerca in diabetologia in collaborazione con Fo.Ri.Sid, dove lo stilista donerà un importante bracciale di corallo in stile bambù che verrà messo all'asta.